Progetti e Ricerche

logo Federazione Italiana della CacciaLogo F.A.C.E.
22 Febbraio 2020

Benvenuti in Federcaccia Online

UFFICIO STUDI E RICERCHE FIDC: RICERCHE SULLA STANZIALE REALIZZATE E IN CORSO
< indietro

 

1) Ricerche applicate alla fauna stanziale


Ø LEPRE ITALICA

Progetto sperimentale "Verso il prelievo venatorio sostenibile della Lepre italica (Lepus corsicanus) in Sicilia: buone pratiche e azioni di monitoraggio" condotto insieme al Laboratorio di Zoologia applicata dell'Università di Palermo. Le fasi del progetto hanno riguardato: incontri formativi di abilitazione dei cacciatori, corsi di formazione al monitoraggio, definizione di una rete standardizzata di percorsi campione digitalizzati per i censimenti notturni col faro, realizzazione degli stessi da parte dei cacciatori abilitati, elaborazione dei dati, definizione dei distretti di gestione e di un piano di prelievo sostenibile, sperimentazione del tesserino venatorio digitale, raccolta di campioni biologici per studi sul successo riproduttivo e sugli aspetti sanitari della Lepre italica in Sicilia.


                                                      


Ø STARNA ITALICA

Progetto Life Perdix volto al recupero e alla reintroduzione di popolazioni vitali di Starna italica all'interno del sito Natura 2000 Valli del Mezzano, Zona di Protezione Speciale (ZPS IT4060008) nel Delta del Po, in collaborazione con ISPRA, Legambiente, CUFA, Parco Regionale del Delta del Po, Federation Nationale de la Chasse. Obiettivi specifici:

  1. Avviare un programma di allevamento e reintroduzione della Starna attraverso l'identificazione e conservazione di linee genetiche presenti in campioni storici, mettendo in campo le migliori tecniche gestionali e sanitarie per garantire la sopravvivenza della sottospecie.
  2. Coinvolgere la cittadinanza locale e i vari portatori di interesse nel processo di conservazione, attivando iniziative di monitoraggio e, allo stesso tempo, sensibilizzare la popolazione sull'importanza della tutela della biodiversità negli ambienti rurali.
  3. Realizzare interventi di miglioramento ambientale e mitigazione dei rischi nel periodo di ambientamento e riproduzione, anche grazie al confronto con le positive esperienze di gestione già sperimentate in Francia.
  4. Garantire la conservazione delle linee genetiche storiche di Starna italica disponendone l'allevamento in tre centri pubblici dislocati sul territorio italiano.
  5. Fornire un contributo strategico alle prassi di reintroduzione in natura della Starna in Europa trasferendo i risultati e le conoscenze acquisite ai gestori di aree protette per incoraggiare la conservazione di forme autoctone.


 

Ø CONIGLIO SELVATICO

Sperimentazione di un protocollo operativo per la cattura ed il ripopolamento di alcune aree della Provincia di Agrigento, con soggetti di Coniglio selvatico (Oryctolagus cuniculus) e valutazione della sopravvivenza post rilascio. Il progetto nasce dalla recente collaborazione tra la Ripartizione Faunistico Venatoria di Agrigento, Ufficio Fauna Stanziale della Federcaccia Nazionale, la Federazione Italiana della Caccia di Agrigento, la Sezione Comunale di Racalmuto, il Consiglio Regionale F.I.D.C. della Sicilia, il Dipartimento di Scienze e Tecnologie Biologiche Chimiche e Farmaceutiche dell'Università degli Studi di Palermo sotto la supervisione scientifica del Prof. Mario Lo Valvo, l'Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Sicilia, l'Azienda Provinciale Sanitaria di Agrigento Dipartimento Prevenzione Veterinaria e lo Studio Agrofauna. I conigli, dopo essere vaccinati, muniti di radiocollare sono stati immessi in un'area di quarantena per poi essere liberati in un'area del Comune di Racalmuto (AG).


Ø LEPRE EUROPEA

La ricerca, avviata e condotta da FIdC Lombardia, è entrata nel pieno delle attività nel 2018, con il monitoraggio tramite radio-tracking di 114 lepri provenienti da cattura locale, cattura estera ed allevamento nazionale, rilasciate nelle 11 ZRC selezionate. Sono stati raccolti dati che hanno permesso di integrare le informazioni su sopravvivenza, stato sanitario e uso dello spazio delle lepri munite di radio-collare, con rilievi ambientali per la caratterizzazione dell'uso del suolo nelle aree di studio. Il 2019 è stato dedicato all'analisi ed elaborazione dei dati, finalizzati ad identificare fattori limitanti, criticità e redigere linee di intervento per la realizzazione di un modello gestionale razionale, basato su un'efficiente organizzazione territoriale e sullo sfruttamento sostenibile della risorsa faunistica.




Federazione Italiana della Caccia
Via Salaria, 298/a - 00199 Roma - Tel / Fax 06 844094217 - Cf 97015310580 - fidc@fidc.it