Il Consiglio Nazionale della Federazione Italiana della Caccia

logo Federazione Italiana della CacciaLogo F.A.C.E.
17 Novembre 2018

Benvenuti in Federcaccia Online

06 Novembre 2018
FIDC BERGAMO. ALLODOLA: PER IL TAR ILLEGITTIMO IL DECRETO REGIONALE
< indietro
 

Il Tar della Lombardia, con sentenza pubblicata il 5 novembre, ha condannato la Regione al pagamento di 3 mila euro alla Lac, accogliendone il ricorso in relazione al carniere per l'allodola. Per il Tar è illegittimo il Decreto dirigenziale del 14 settembre 2018, nella parte in cui istituisce un carniere giornaliero e stagionale differenziato tra cacciatori specialisti e generalisti. Si torna così alle 10 allodole al giorno e 50 stagionali, aumentate proprio con questo decreto a 20 al giorno e 80 stagionali per i cacciatori possessori di richiami vivi della specie allodola registrati nella banca dati informatica dei richiami vivi della Regione.

"Attendiamo di vedere le motivazioni del provvedimento cautelare del Tar -sono le parole a caldo di Lorenzo Bertacchi, Presidente Provinciale Federcaccia Bergamo- Fidc comunque ritiene che la scelta della Regione fosse di buon senso e pienamente rispettosa del piano di gestione della specie approvato a livello statale e che espressamente consente di differenziare i carnieri. La decisione del Tar, che in questa fase cautelare si fonda su un esame superficiale, ci auguriamo che venga rivista nella sentenza. In ogni caso ringraziamo la Regione per l'attenzione prestata e per le concrete iniziative intraprese per la caccia all'allodola".

"Il nostro provvedimento era di buonsenso e differenziava il carniere in funzione della specialità. Riconoscevamo in pratica la possibilità di prelevare un maggior numero di allodole a chi si specializzava in quel tipo di caccia -ha detto l'assessore regionale lombardo Fabio Rolfi-. Proseguiremo con buonsenso ad attuare il piano di gestione della specie. L'eventuale calo del numero di esemplari di alcune specie non è dovuto all'attività venatoria, visto il costante calo del numero di cacciatori, ma al cambiamento degli habitat e alla cementificazione degli ambienti. Le allodole sono in aumento in altre zone europee. Continueremo a lavorare affinché la caccia, eseguita nell'ambito normativo, continui a essere sostenuta e valorizzata anche come attività necessaria per il governo dell'ecosistema".



testo sentenza Tar






stampa la pagina


Federazione Italiana della Caccia
Via Salaria, 298/a - 00199 Roma - Tel / Fax 06 844094217 - Cf 97015310580 - fidc@fidc.it