Il Consiglio Nazionale della Federazione Italiana della Caccia

logo Federazione Italiana della CacciaLogo F.A.C.E.
24 Settembre 2018

Benvenuti in Federcaccia Online

06 Giugno 2018
FACE. IN UN INCONTRO CON IL VICEPRESIDENTE DELLA COMMISSIONE EUROPEA SOTTOLINEATA LA NECESSIT└ DI RICONSIDERARE L´APPROCCIO AI GRANDI CARNIVORI
< indietro
 

La necessità di un approccio più pragmatico e basato sulla fiducia nella gestione dei grandi carnivori è stato il punto chiave della riunione dello scorso  31 maggio a Bruxelles tra FACE, Nordic Hunters' Alliance e il Vicepresidente della Commissione Europea, Jyrki Katainen.

FACE ha aperto la riunione con una panoramica sulle sue chiare richieste politiche, insieme a quelle provenienti dal Parlamento Europeo, dal Comitato delle Regioni, dalla maggior parte degli Stati Membri e dei portatori chiave d'interesse sulla necessità di applicare correttamente l'Articolo 19 della Direttiva Habitat. Questo fornirebbe un procedimento per aggiornare il livello di rigida protezione assegnato ad alcune specie e una maggiore flessibilità.

È stato affrontato Il problema di vecchia data, relativo alle procedure d'infrazione aperte dalla Commissione Europea nei confronti di Svezia e Finlandia. Questi casi d'infrazione aperte, ma anche inattive, creano inutile tensione ed incertezza legale sia per la Svezia che per la Finlandia, che stanno lavorando per ottenere un approccio giuridicamente valido e basato sull'evidenza per i loro piani di gestione del lupo.

Torbjörn Larsson, Presidente della Associazione Svedese della Caccia e della Gestione della Fauna Selvatica ha detto: "L'infrazione che dura da otto anni contro la Svezia sta minando la fiducia tra i portatori d'interesse e per questo è necessario che sia  urgentemente conclusa. La fiducia acquisita non può andare di  pari passo con una procedura legale contro il nostro Paese. La CE deve anche riconoscere che l'implementazione della Direttiva Habitat deve considerare le specifiche circostanze locali, regionali e culturali di ogni Paese per diminuire gli inevitabili conflitti tra persone e grandi carnivori."

Heili Siitari, Direttore Generale della Associazione Finlandese dei Cacciatori, ha affermato:" Alla Finlandia dovrebbe  essere permesso di attuare il suo programma di gestione del lupo senza la minaccia continua di azione legale da parte della CE. È impossibile costruire il necessario consenso duraturo per la gestione del lupo con così tanta incertezza e controllo. Vogliamo lo stesso livello di fiducia e di consenso per la gestione del lupo come per il caso della gestione dell'orso bruno e della lince".

"La CE non può continuare a rifiutare di accettare la necessità di una procedura per emendare gli allegati della Direttiva Habitat , che è chiaramente sancita nell'articolo 19 della stessa" ha affermato Ludwig Willnegger, Segretario Generale della FACE. "È tempo che la CE stabilisca una procedura per emendare gli allegati della Direttiva Habitat per alcune popolazioni di grandi carnivori che hanno raggiunto una Stato di Conservazione Favorevole" ha dichiarato, richiedendo fortemente che "la caccia sia completamente riconosciuta come strumento di gestione efficace e legittimo dei grandi carnivori".

FACE in occasione  dell'incontro  ha  anche spiegato la sua posizione sulla prossima Politica Agricola Comunitaria (PAC) post  2020.

Secondo il Dr. David Scallan, Responsabile Senior della Conservazione della FACE "c'è bisogno di obbiettivi ambiziosi per la Natura e la Biodiversità nel nuovo ‘modello di distribuzione' nella prossima PAC. Dopo il 2020 la CE deve stabilire una soglia elevata per assicurare che i Piani Strategici PAC di ciascun Stato Membro premino gli agricoltori per la produzione di cibo e i servizi ecosistemici a qualsiasi scala, e di conseguenza offrire numerosi benefici, sia agli agricoltori, sia alla società nel suo complesso. Il drammatico declino delle piccole popolazioni di selvaggina cacciabile e non, come la starna e la lepre Europea è allarmante."

FACE ha discusso una serie di provvedimenti concreti come l'abolizione della pacciamatura, la promozione di aree fiorite pluriennali, l'uso di piante selvatiche per la produzione di energia e ripristino di habitat. Le associazioni venatorie nazionali d'Europa supporteranno la FACE assicurando la progettazione e l'attuazione efficaci nella prossima PAC, affinché i governi prestino maggior attenzione per realizzare gli obiettivi di biodiversità.









stampa la pagina


Federazione Italiana della Caccia
Via Salaria, 298/a - 00199 Roma - Tel / Fax 06 844094217 - Cf 97015310580 - fidc@fidc.it